Visualizzazioni totali

giovedì 20 dicembre 2012

Mostra Antologica di Luigi De Giovanni “In itinere. Visioni, segni e figure 1966 – 2012” specchia lecce


Mostra Antologica di Luigi De Giovanni
In itinere. Visioni, segni e figure 1966 – 2012”
Fino al 06 gennaio 2013
Il giorno 15 dicembre alle ore 18.00, nel Palazzo Risolo di Specchia in piazza del Popolo, è stata inaugurata la Mostra Antologica di Luigi De Giovanni, intitolata “In itinere. Visioni, segni e figure 1966 – 2012”, curata da Toti Carpentieri, allestita dall’Arch. Stefania Branca e coordinata da “Il Raggio Verde”.
L’esposizione sarà visitabile sino al 6 gennaio 2013, dalle 17.00 alle 20,00 (In occasione delle manifestazioni legate al “Presepe Vivente nel Borgo Antico” la chiusura sarà posticipata.)
Ingresso libero
L’introduzione, fatta dall’assessore alla cultura dott. Giampiero Pizza, è servita a delineare la figura dell’artista in relazione al paese che gli ha dato i natali, aspetto questo integrato dalla coordinatrice, Pina Petracca, che ha rimarcato come non sempre gli artisti siano compresi nei loro paesi e questo risulta essere appunto il caso di De Giovanni che molto spesso si è trovato a urlare il suo pensiero di dissenso con le opere. 
L’attenta e pertinente presentazione critica è stata fatta dal curatore prof. Toti Carpentieri che ha, inoltre, ripercorso le tappe dell’evoluzione contenutistica e stilistica di De Giovanni descrivendone lo sviluppo e le nuove idee. 
L’allestimento della mostra, esteso ai due piani del Castello Risolo, curato dall’arch. Stefania Branca, che ha seguito l’evoluzione temporale e spaziale della realizzazione delle opere, ha un respiro internazionale e l’uso di strumenti tipici dell’edilizia quali le griglie autoportanti, il trabattello e una scala, per l’installazione, ha caratteristiche riscontrabili in allestimenti importanti fatti nelle grandi città.
Il sindaco, ing. Antonio Biasco, dopo aver salutato tutti gli intervenuti, ha descritto il rapporto personale con l’artista, quasi suo coetaneo, e l’importanza di questo evento d’arte per Specchia.
L’intervento del professo Antonio Penna è servito a tratteggiare la figura di Luigi, bambino e adolescente, più interessato all’arte che ai libri.
L’On Antonio Lia ha ricordato l’attività e l’impegno di Luigi De Giovanni non solo per la sua crescita ma anche per diffondere l’arte a Specchia.
La mostra antologica, ripercorrendo le varie tappe che hanno caratterizzato lo sviluppo dell’opera dell’artista, ha dato particolare evidenza alle ultime ricerche prospettando degli sviluppi che già sono in embrione come idee e progetto.
website: degiovanniluigi.com
ilraggioverdesrl.it